DOVE SI TROVA DAGAMA HOME

La Missione di DaGama Home si trova in Zambia e, specificatamente, a Luanshya, cittadina di circa 120.000 abitanti, nella regione del Copperbelt.

Lo Zambia, già Rodhesia, è una nazione situata nella zona centro-meridionale dell'Africa, con circa 9 milioni di abitanti sparsi su 750.000 kmq (due volte e mezzo l'Italia).
Ha ottenuto l'indipendenza nel 1964. È abitata da 72 tribù di ceppo Bantu. La forma politica è una democrazia pluralistica dal 1991, ma come in molti stati africani, la legittimità delle elezioni è spesso dubbia e la corruzione è endemica.

Il clima è tropicale con tre mesi di piogge all'anno e possibilità di allagamenti. La temperatura sugli altopiani è peraltro spesso fresca, specie di notte.

L'economia, basata un tempo sulla industria estrattiva del rame (90% del volume di esportazioni), ha avuto fino a qualche anno fa un forte declino a seguito del crollo del prezzo di questo metallo anche se, di recente, si sono visti segni di ripresa a seguito dell'aumento della domanda mondiale.

L'industrializzazione legata, all'estrazione dei minerali ha provocato in passato un forte inurbamento (43% della popolazione) e il sottosviluppo dell'agricoltura, per cui il paese dipende dalle importazioni di cibo.

L'economia rurale è legata a pochi tipi di raccolto e ad un po' di allevamento ma le risorse disponibili (agricoltura e pesca) sono molto sottosfruttate.

Il PIL per abitante è di soli 370$/anno (400 €/anno!) ed è distribuito in maniera molto sbilanciata. Il 75% della popolazione vive in uno stato di povertà cronica.

La vita media è inferiore ai 40 anni. Nella statistica mondiale di consumo di calorie giornaliere il paese è all'undicesimo posto a partire dal fondo, con un grave problema di denutrizione che colpisce il 60% degli abitanti e un'altissima percentuale di bambini.

L'economia già poverissima è in declino per mancanza di investimenti e per il soverchiante debito estero. I piani di rientro del debito prevedono forti tagli alla spesa pubblica in tutti i settori tra cui, purtroppo, l'educazione e la salute.

Le scuole primarie sono obbligatorie, ma a pagamento e il loro costo è insostenibile per le famiglie; le scuole secondarie sono frequentate solo dal 16% dei ragazzi, in diminuzione per l'incremento delle rette.

L'accesso a cure mediche è in realtà limitato alle categorie più abbienti mentre l'AIDS ha praticamente sterminato la generazione a cavallo dei trenta-quarant'anni. Attualmente il 20% della popolazione è sieropositivo.

Lo Zambia è un paese con un numero elevatissimo di bambini orfani. Tra questi un numero sempre maggiore è affidato a familiari o vicini, spesso ai nonni (cinquantenni con una forma fisica da settantenni occidentali).

I bambini, spesso lasciati a sé stessi dagli adulti alle prese col quotidiano problema della sussistenza, da risolvere anche cercando nelle discariche, stanno progressivamente abbandonando le famiglie per fare vita di strada, con la crescita della microcriminalità che ne consegue.